Oreste Bertieri, (Villanova sull’Arda, 1870- Torino, 1908) , figlio del noto fotografo Paolo, eredita il suo studio di via Po 25 e la passione paterna per la platinotipia, che diventa specializzazione del suo studio. Citato nella guida della città Augusta Taurinorum del 1902, viene definito -un artista del ritratto-, la descrizione dell’attività di Bertieri fa anche riferimento alla sua formazione a Parigi e a Londra.

A scuola ha come compagno Giacomo Balla .

Nel 1899 partecipa al I Congresso Fotografico di Parigi. Premiato con medaglia d’oro alla Mostra Fotografica di Firenze. Le sue eccellenti doti di ritrattista sono note e negli inserti pubblicitari dell’epoca sono ricordati i volti più noti del mondo della cultura, della politica e della scienza.

Muore a soli trentotto anni e la sua attività è proseguita dalla vedova Clarice Canini, il suo materiale fotografico viene premiato nel 1910 all’Esposizione Mondiale di Bruxelles e in quello stesso anno, all’Esposizione Internazionale di Torino, Clarice presenta delle sue fotografie, palesando l’intenzione di non voler interrompere la tradizione dello studio Bertieri.

I suoi Ritratti sono i più ricercati a Torino dalla alta borghesia , industriali e onorevoli e nella pubblicazione delle Attualità della città , un' Annuario , del 1901 la maggiot parte delle foto più del 90% sono prese salle sue foto

Sitografia http://www.comune.torino.it/cultura/biblioteche/iniziative_mostre/mostre/obiettivi_luminosi/pdf/schede_biografiche.pdf ed anche

http://www.comune.cuneo.gov.it/fileadmin/comune_cuneo/content/amm_organiz/cultura/biblioteca_civica/pubblicazioni/pdf/fotonotiziario_2008.pdf

La foto utilizzata a testimonianza della sua attività è databile intorno al  1908, data presumibile confrontando altre foto del periodo sia del personaggio ritratto che della sua famiglia  ed anche  dagli abiti; potrebbe anche essere verso il 1910 a quel punto sarebbe stata la moglie a farla mantenendo il nome dello Studio ipotesi da non trascurare.

Formato stampa 190 x 112 mm.

Formato cartone 325 x  196 mm.

Fondo Rocchetti/Natalucci

Bertieri Oreste
 
Go to top