Nato a Foggia intorno al 1835, morto a Napoli dopo il 1909.

È stato uno dei pionieri della fotografia in Puglia anche come fotografo navale. Inizia la sua attività a Foggia prima del 1860 in strada Carmine (Palazzo Vaccarelli) non limitandosi alla sola ritrattistica ma documentando anche il territorio.

Partecipa nel 1864 alla «Esposizione Provinciale di Capitanata» .

Qualche anno dopo si trasferisce a Napoli, in Strada di Chiaia, nel 1872 rileva lo studio del famoso fotografo francese Alphonse Bernoud (1820-1889), del grande fotografo transalpino acquisisce tutto l’archivio, secondo una prassi abbastanza diffusa a quel tempo tra fotografi. A Napoli prese a firmarsi “successore di A. Bernoud, fotografo di Sua Maestà il Re d’Italia”, il che contribuì a dargli una ulteriore fama.

A lui fu affidata, per conto di alcune Società che tra il 1867 e il 1873 gestivano la costruzione delle infrastrutture ferroviarie nel nostro Paese, una vasta campagna fotografica che documentasse, in maniera organica, una tappa fondamentale nel percorso di modernizzazione dell'Italia 

Mauri nel 1873 partecipa all’«Esposizione di Vienna» dove presenta alcune fotografie riguardanti le ferrovie italiane, un settore – insieme a quello dei porti – che gli darà una certa notorietà.

Il suo “Grande Stabilimento Fotografico” operò inizialmente in Strada di Chiaia n. 247 , quindi in via Roma (Palazzo Berio), infine nella centralissima via Toledo, n. 256.

La "Societa' italiana per le strade ferrate meridionali " ordina al Mauri una serie di Album dedicati alle opere ferroviarie, stazioni e treni che lo resero conosciuto in tutta italia.

Oltre a questi Album tematici era un ritrattista molto noto e ricercato dalla borghesia napoletana.

Ma Mauri fu anche un fotografo da reportage, infatti corse subito come cronista , in occasione del violento terremoto che colpì Ischia nel Luglio del 1883 e che ebbe come epicentro Casamicciola , con ben 2.000 morti.

Possiamo ben affermare che fu un unicum nell’ambito della fotografia ottocentesca.

Foto all'Albumina, datazione 1880-1890 

Formato stampa 173 x 94 mm.

Formato cartone 205 x 102 mm.

Fondo Rocchetti / Natalucci

Mauri Achille

Mauri Achille

 

 

Go to top