Partendo dalla semplice scritta dell'indirizzo : "Stabilimento fotografico via Palazzuolo 7 presso via dei Fossi Firenze" si è risaliti al nome del fotografo Paganori Vincenzo attivo dal 1860 al 1900 a Firenze.

Questi iniziò l'attività in questo studio per poi spostarsi nel 1877 in Via della Scala n. 1; era imparentato con la famiglia Alinari.

"Fotografo ed editore attivo a Firenze tra il 1860 e la fine del secolo. Si è dedicato al ritratto ed alla documentazione di opere artistiche e materiali scientifici. E' autore di un Album delle principali opere di Donatello (1887), di una serie di fotografie relative ad animali, ora conservate al Museo di Storia della Fotografia Fratelli Alinari e raccolte nel Saggio della Collezione generale degli animali vertebrati italiani fondata dal prof. E. H. Giglioli nel R. Museo Zoologico di Firenze, 1880 c.a. Altre fotografie si trovano presso il Gabinetto G. P. Viesseux di Firenze" bibliografia E. Sesti, scheda Paganori in Alle origini della fotografia, un itinerario toscano 1839-1880, a c. di M. Falzone del Barbarò, M. Maffioli, E. Sesti, Alinari, Firenze 1989, p. 214

Nel 1881 compare anche come venditore di Anriquariato in via Borgognissanti, n. 2.

Contribuì anche nella attività della ditta Alinari, si ipotizza dopo la la morte di Leopoldo.

Stampa all'Albumina , formato CDV.

Datazione 1865.

Fondo Rocchetti/Natalucci

 

Paganori VincenzoPaganori Vincenzo

 

 
Go to top